Grazie di cuore

Grazie di cuore a tutti quelli che ci stanno aiutando a rendere il Parco Grosso sempre più bello.
Questo inverno ci siamo molto impegnati per rendere una parte del Parco Grosso, il nostro orto-giardino, più ricco di vita, interessante e capace di accompagnare le esplorazioni, scoperte e giochi nella natura dei tanti bambini (e insegnanti e genitori) che ci vengono a trovare.
Molti ci hanno accompagnato in questa piccola e preziosa impresa.
Abbiamo realizzato una grande capanna e un tratto di recinzione in talee di salice; seminato, con l’aiuto della famiglia Galvan (Alberto e Colette, giardinieri esperti e sensibili) due strisce di prato fiorito e grazie alla collaborazione di Manuela Bagatta, ricercatrice del CREA, una aiuola con diverse varietà di lino.
Francesco Toselli, professore presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna e i suoi studenti hanno arricchito il Parco Grosso offrendo le loro opere pensate per aiutare la fauna urbana; nove prototipi, realizzati durante il Laboratorio di Disegno Industriale del primo anno, al servizio dei tanti animali (uccelli, insetti, rettili..) che condividono con noi gli spazi cittadini.
Infine Marco Cremesani ci sta aiutando, in qualità di volontario instancabile e competente, nella cura del verde e nella manutenzione degli arredi.
Si è poi lavorato, anche con l’aiuto delle classi e dei bimbi e genitori coinvolti negli incontri con le famiglie, intorno all’orto e al piccolo frutteto, nella siepe di lavanda, nei piccoli filari di lampone, mora e vite e nella capanna ricoperta dal gelsomino.
Ora che è arrivata la primavera i risultati si vedono.
Grazie di cuore a tutti quelli che ci stanno aiutando a rendere il Parco Grosso sempre più bello.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.